Gara cessione quota e servizi Consac srl

Q: QUESITO N. 1 - l’art. 10, lettera a, punto XI dell’avviso di gara, dispone il possesso del seguente requisito: “svolgimento, nell’ultimo triennio (esercizi 2017-2016-2015), di servizi analoghi a quello oggetto di gara […] per una popolazione complessivamente servita non inferiore ad almeno n. 35.000 (trentacinquemila) abitanti/anno (in virtù di un unico contratto stipulato con uno o più Enti locali, in forma singola e/o associata”; - l’art. 11, lettera a, punto II, dispone che, in caso di partecipazione in RTI orizzontale “i requisiti di capacità economica e tecnica di cui al precedente paragrafo 10, sub. a., da punto V a punto XII, devono essere posseduti dai soggetti che eseguono la specifica attività per cui i requisiti vengono richiesti in conformità alla vigente normativa, fermo restando che: ➢ in caso di RTI o consorzi di tipo orizzontale, tali requisiti devono essere posseduti dalla mandataria o da una impresa consorziata nella misura minima del quaranta per cento dell’importo dell’affidamento; la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle mandanti o dalle altre imprese consorziate ciascuna nella misura minima del dieci per cento dell’importo dell’affidamento, comunque in misura tale da coprire il 100% di ciascun requisito; Si chiede conferma dell’interpretazione per cui, in caso di partecipazione in ATI e/o in avvalimento, il requisito richiesto nell’art. 10, lett. a) punto XI, sopra specificato, possa essere dimostrato anche attraverso più contratti con Enti locali per una popolazione complessivamente servita non inferiore a quella richiesta.

Il requisito di cui all’art. 10, lett. a), punto XI – come risulta dal testo dell’avviso – deve derivare ed essere dimostrato a mezzo di un unico contratto stipulato con uno o più Enti locali. Pertanto in risposta al quesito formulato si precisa che anche in caso di partecipazione in ATI ovvero di ricorso all’avvalimento, il requisito indicato dovrà comunque essere posseduto, dalla singola impresa aderenti all’ATI, mediante un solo contratto, fermo restando la possibilità che – ovviamente in caso di ATI – il requisito nel suo complesso possa essere dimostrato dal concorrente (da intendersi come ATI) attraverso più contratti (ad esempio, uno presentato dalla mandataria, l’altro presentato dalla mandante).

Q: QUESITO N.2 Letto il paragrafo 10, sub. a, c. XI, il quale recita: Svolgimento, nell’ultimo triennio (esercizi 2017-2016-2015), di servizi analoghi a quello oggetto della gara (da intendersi come la gestione del servizio pubblico di raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati svolto in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata) per una popolazione complessivamente servita non inferiore ad almeno 35.000 (trentacinquemila) abitanti/anno (in virtù di un unico contratto stipulato con uno o più Enti locali, in forma singola e/o associata) Si chiede se il requisito si intenda soddisfatto mediante il raggiungimento della quantità di popolazione complessivamente servita, in termini di abitanti/anno, sommando gli abitanti di più comuni, anche in virtù di contratti distinti.

Ferma la possibilità di sommare il numero degli abitanti/anno di più comuni al fine del raggiungimento della popolazione complessivamente servita non inferiore ad almeno 35.000 (trentacinquemila) abitanti/anno, il requisito di cui all’art. 10, lett. a), punto XI – come risulta dal testo dell’avviso – deve derivare ed essere dimostrato a mezzo di un unico contratto stipulato con uno o più Enti locali.

Q: QUESITO N. 3 Letto il paragrafo 17 dell’Avviso, si chiede se è stata predisposta una modulistica da compilare da parte dei soggetti interessati alla partecipazione alla procedura.

Si precisa infine che non esiste alcuna modulistica predisposta dalla Stazione Appaltante sicché le domande di partecipazione dovranno essere formulate secondo le puntuali prescrizione dell’Avviso di gara

Q: QUESITO N. 4 In relazione al requisito di partecipazione di cui al Paragrafo 10 “Requisiti di partecipazione”, punto X, “fatturato medio annuo nello svolgimento di servizi analoghi a quelli oggetto della gara (da intendersi come la gestione del servizio pubblico di raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati svolti in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata), nell’ultimo triennio (esercizi 2017-2016-2015) non inferiore ad almeno € 4.500.000,00 (euro quattromilionicinquecentomila/00)” e relativamente al fatturato medio annuo, si chiede se debba considerarsi valida l’opzione 1 o l’opzione 2 di seguito riportate: Opzione 1 media dei fatturati degli anni 2015,2016,2017 così calcolata Fatturato medio annuo= (fatturato 2015+fatturato 2016+fatturato 2017)/3≥4.500.000,00 € oppure Opzione 2 media, per ogni anno, dei fatturati dei servizi svolti in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata non inferiore a 4.500.000,00 € (Fatturato medio 2014≥4.500.000,00 €,Fatturato medio anno 2015≥4.500.000,00 ,e Fatturato medio annuo 2016 ≥4.500.000,00) Nell’ipotesi dunque di voler determinare il fatturato medio annuo del 2014, si avrebbe: Fatturato medio 2014= (f_(I 2014)+f_(II 2014)+f_(III 2014)+f_(IV 2014)+⋯ )/(n° dei fatturati considerati)≥4.500.000,00 € dove: 〖f_i 〗_2014 sono i fatturati dei servizi svolti in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata e relativi al singolo anno 2014

Risulta valida l’opzione 1; il fatturato 2014, in ogni caso, non risulta valido parametro ai fini della sussistenza del requisito in esame, richiesto – come risulta dal testo dell’avviso – relativamente al triennio 2017-2016-2015.

Q: QUESITO N. 5 Relativamente al requisito di partecipazione di cui al Paragrafo 10 “Requisiti di partecipazione”, punto X, “fatturato medio annuo nello svolgimento di servizi analoghi a quelli oggetto della gara (da intendersi come la gestione del servizio pubblico di raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati svolti in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata), nell’ultimo triennio (esercizi 2017-2016-2015) non inferiore ad almeno € 4.500.000,00 (euro quattromilionicinquecentomila/00)” e punto XI “Svolgimento, nell’ultimo triennio (esercizi 2017-2016-2015), di servizi analoghi a quello oggetto della gara (da intendersi come la gestione del servizio pubblico di raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati svolto in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata) per una popolazione complessivamente servita non inferiore ad almeno n. 35.000 (trentacinquemila) abitanti/anno (in virtù di un unico contratto stipulato con uno o più Enti locali, in forma singola e/o associata)” Si chiede se per svolgimento dei servizi debba intendersi servizi analoghi a quelli oggetto della gara oppure se è sufficiente aver effettuato la gestione del servizio pubblico di raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati svolto in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata.

Lo svolgimento dell’attività di gestione del servizio pubblico di raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati svolto in favore di Enti locali, in forma singola e/o associata risulta sufficiente, in quanto coincidente a quella oggetto di gara.

Q: QUESITO N. 6 Relativamente al paragrafo 17 “Modalità di presentazione delle domande di partecipazione” punto h “si precisa che le dichiarazioni sostitutive non devono essere rese qualora vengano presentati i rispettivi certificati, in corso di validità, in originale o in copia autentica” si chiede se sia possibile consegnare copia dei rispettivi certificati resi conformi all’originale dal Legale Rappresentante mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ai sensi degli Artt. 19 e 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

In fase di presentazione delle domande di partecipazione è possibile utilizzare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa ai sensi del citato art. 19 del D.P.R n. 445/2000 con la funzione, ivi prevista in via generale, di modalità alternativa di autenticazione di copie di atti e documenti. Rimane ferma, ad ogni modo, la successiva verifica dei requisiti da parte della Stazione Appaltante.

Q: QUESITO N. 7 Premesso che: • ai sensi dell’art. 10 Requisiti di Partecipazione n. XI dell’Avviso di Gara viene richiesto lo svolgimento dell’ultimo triennio di servizi analoghi a quello oggetto di gara per una popolazione complessivamente servita non inferiore a 35.000 abitanti; • ai sensi del successivo art. 11, in caso di partecipazione in RTI di tipo orizzontale i requisiti di cui ai numeri dal V al XII dell’art. 10 devono essere posseduti nella misura minima del 40% dalla mandataria, e dal 10% della mandate, comunque in misura tale da coprire il 100% di ciascun requisito; Con la presente si chiede di confermare che il requisito di cui al n, XI dell’art. 10 dell’Avviso di Gara (svolgimento dei servizi analoghi per una popolazione di 35.000 abitanti) può essere soddisfatto cumulativamente dal costituendo RTI di tipo orizzontale, attraverso lo svolgimento, a titolo esemplificativo, di un servizio presso un Comune avente una popolazione di 30.000 abitanti da parte della mandataria e di un servizio presso un Comune avente popolazione di 5.000 abitanti da parte della mandante.

In risposta al quesito formulato si conferma che, in ipotesi di partecipazione in ATI orizzontale, il requisito si intenderà legittimamente dimostrato qualora l’impresa mandante dimostri il possesso del requisito corrispondente alla propria partecipazione mediante un unico contratto, e parimenti facciano la/e imprese mandanti.

Ovviamente in tal caso la popolazione cui si riferiscono i singoli contratti deve essere coerente con la ripartizione percentuale delle imprese dell’ATI.

Q: QUESITO N. 8 Premesso che: • ai sensi del punto 1, lett. f, dell’avviso di gara, la scrivente società è beneficiaria di diritto di prelazione; • in ragione del punto 16, lett. d, punti II e III, si rinvia alla lettera d’invito e quindi alla fase successiva alla prequalifica la disciplina di dettaglio della procedura e delle modalità di esercizio di tale diritto si chiede di confermare che il predetto diritto di prelazione sia esercitabile dalla scrivente società, indipendentemente dalla partecipazione alla gara.

Si conferma che, fermo restando sin d’ora il diritto di prelazione in capo alla GALECO, le concrete modalità di esercizio del medesimo saranno disciplinate nella successiva fase della Lettera d’Invito.

Ad ogni modo si precisa sin d’ora che l’esercizio di tale diritto potrà avvenire indipendentemente dalla partecipazione alla procedura di prequalifica, fermo restando ad ogni modo l’effettivo possesso dei requisiti di partecipazione previsti dall’Avviso di gara.

Ovviamente resta altresì inteso che la GALECO – indipendentemente dalla facoltà di esercizio del diritto di prelazione – ha comunque il pieno diritto di partecipare in modo diretto alla procedura di prequalifica e successivamente, a quella di presentazione dell’offerta.

È altresì inteso che la mancata partecipazione alla procedura di prequalifica – mediante la presentazione della domanda di partecipazione nei termini e secondo le modalità indicate nell’Avviso di gara – precludono la successiva partecipazione alla fase di presentazione dell’offerta, fatto salvo, in tal caso, l’esercizio del diritto di prelazione, secondo le modalità che disciplinate nella Lettera d’Invito.

INVIACI LA TUA FAQ COMPILANDO IL SEGUENTE FORM

Il tuo browser non supporta il tag HTML5 canvas.

0

GIORNI

Il tuo browser non supporta il tag HTML5 canvas.

0

HRS

Il tuo browser non supporta il tag HTML5 canvas.

0

MIN

Il tuo browser non supporta il tag HTML5 canvas.

0

SEC